Tutto sulla coltivazione del culantro

Tutto sulla coltivazione del culantro
Eddie Hart

Sommario

Coltivazione del Culantro è un modo meraviglioso per godere del suo sapore e del suo aroma unici nelle vostre creazioni culinarie. Ecco i dettagli!

richardwongcw

Svelate i segreti della coltivazione dell'erba aromatica Culantro con questo completo " Tutto sulla coltivazione del culantro "Scopri le condizioni di coltivazione ideali e i consigli degli esperti per la raccolta!

Nome botanico: Eryngium foetidum

Zone USDA : 7-11

Nomi comuni Coriandolo seghettato, coriandolo seghettato, Recao, Chardon benee, Shado beni, Fitweed, Coulante e Bhandhania.

Non sapete cosa fare con i fiori di coriandolo? Imparate qui

Che cos'è il Culantro

sajalphys

Il culantro, scientificamente noto come Eryngium foetidum, è un'erba popolare comunemente utilizzata in varie cucine del mondo. Spesso scambiato per il coriandolo a causa del suo aspetto simile, il culantro ha un profilo aromatico distinto che lo contraddistingue.

Il culantro è originario dell'America centrale e meridionale, oltre che dei Caraibi, e prospera nelle regioni tropicali e subtropicali. È un'erba biennale che cresce in genere fino a un metro e mezzo di altezza, con foglie lunghe e seghettate che ricordano il prezzemolo o il cilantro. Le foglie della pianta di culantro sono note per il loro aroma intenso e il sapore pungente, che le rendono un ingrediente ricercato in molti piatti.

Le foglie hanno un uso sia culinario che medicinale. Con il suo sapore unico e la sua versatilità, il culantro aggiunge un gusto distinto a piatti come zuppe, stufati, curry, salsas e marinate. È particolarmente popolare nelle cucine dell'America Latina, dei Caraibi e del Sud-Est asiatico.

Come coltivare il Culantro

Da Semi

  • Scegliete un luogo adatto con condizioni di caldo e umidità e un'ampia illuminazione solare.
  • Preparate il terreno assicurandovi che sia ben drenato, sciolto e ricco di materia organica.
  • Seminare i semi di culantro direttamente nel terreno o avviarli in vassoi per piantine, piantandoli a una profondità di circa ¼ di pollice e distanziandoli di 2-3 pollici.
  • Fornite un'umidità costante innaffiando le piante regolarmente, mantenendo il terreno umido ma non zuppo d'acqua.
  • Diradare le piantine quando raggiungono un'altezza di circa 4 pollici per lasciare spazio sufficiente alla crescita.
  • Applicare un fertilizzante bilanciato ogni quattro-sei settimane per favorire la salute del fogliame e la crescita generale.
  • Raccogliere le foglie di culantro quando raggiungono le dimensioni massime, in genere circa 10-12 pollici di lunghezza, tagliando le foglie esterne dalla base della pianta.

Scoprite come l'aceto migliora la germinazione dei semi (dimostrato dalla scienza) qui

Dalle talee

  • Scegliete piante di culantro mature e sane, con foglie vivaci e steli robusti per prelevare le talee.
  • Con forbici o cesoie da giardinaggio pulite e affilate, tagliate steli da 10 a 15 cm dalla pianta madre di culantro. Assicuratevi che ogni talea abbia almeno un paio di gruppi di foglie.
  • Tagliare la parte inferiore delle foglie dalla talea, lasciando un gambo pulito.
  • Se si desidera, immergere l'estremità tagliata della talea di culantro in un ormone radicante in polvere o in gel per favorire lo sviluppo delle radici.
  • Riempire piccoli vasi o contenitori con terriccio ben drenante o con una miscela di perlite e muschio di torba. Praticare un piccolo foro nel terreno e inserire l'estremità tagliata della talea di culantro, premendo delicatamente il terriccio per sostenerla.
  • Collocate i vasi in una posizione che riceva una luce solare luminosa e indiretta. Assicuratevi che la temperatura sia costantemente calda, idealmente intorno ai 70-85°F (21-29°C).
  • Mantenere il terreno uniformemente umido, ma senza ristagni d'acqua. Evitare di annaffiare troppo per evitare che la talea marcisca.
  • Per mantenere l'umidità e creare un ambiente umido, coprite i vasi con un sacchetto di plastica trasparente o utilizzate una piccola serra, in modo da favorire l'attecchimento delle talee.
  • Nebulizzare regolarmente le talee di culantro con acqua per mantenere l'umidità ed evitare che le foglie si secchino.
  • Dopo qualche settimana, controllate i segni di sviluppo delle radici tirando delicatamente la talea: se sentite resistenza, significa che le radici si sono formate.
  • Una volta che le talee di culantro hanno sviluppato un apparato radicale sano, trapiantatele in vasi più grandi o direttamente in un'aiuola ben preparata, distanziandole di circa 15-30 cm.

Propagare rapidamente qualsiasi talea di pianta con questo trucco

Dimensioni del vaso per la coltivazione del Culantro

Quando si tratta di scegliere le dimensioni del vaso giusto per la coltivazione del culantro, è importante fornire spazio sufficiente per lo sviluppo e l'espansione dell'apparato radicale dell'erba.

Per la coltivazione del culantro è generalmente adatto un vaso con una profondità di almeno 8-10 pollici e un diametro di circa 12-14 pollici, per consentire alle radici dell'erba di estendersi comodamente e garantire un volume di terreno sufficiente per l'assorbimento dei nutrienti e la ritenzione idrica.

Ecco le dimensioni dei vasi per piante dai pollici al gallone

Requisiti per la coltivazione del Culantro

manumunson

Luce solare

Il culantro prospera in condizioni di pieno sole o di ombra parziale. Preferisce un minimo di 4-6 ore di luce solare diretta al giorno. Tuttavia, nei climi estremamente caldi, fornire un po' di ombra durante la parte più calda della giornata può aiutare a evitare che l'erba appassisca o si secchi.

Guarda anche: 22 splendide idee e suggerimenti per la progettazione di orti in contenitore

Suolo

Il Culantro predilige terreni ben drenati e ricchi di materia organica e cresce al meglio in terreni con un pH da leggermente acido a neutro, compreso tra 6,0 e 7,0.

Scoprite come controllare il pH del terreno a casa vostra qui

Ammendare il terreno con compost o letame ben tritato prima dell'impianto può migliorarne la fertilità e la capacità di trattenere l'umidità, garantendo una crescita ottimale delle piante di culantro.

Acqua

Un'annaffiatura adeguata è fondamentale per le piante di culantro: hanno bisogno di un'umidità costante per crescere, ma è essenziale evitare un'irrigazione eccessiva, che può portare al marciume delle radici. Mantenete il terreno uniformemente umido innaffiando le piante regolarmente, soprattutto durante i periodi di siccità.

La frequenza delle innaffiature può variare in base a fattori quali la temperatura e i livelli di umidità, quindi è importante monitorare l'umidità del terreno e regolare il programma di irrigazione di conseguenza.

Ecco i modi migliori per innaffiare le piante

Temperatura e temperatura; umidità

Il culantro è un'erba tropicale che predilige le temperature calde e l'umidità elevata. Prospera a temperature comprese tra i 70 e gli 85°F (21-29°C). Nelle regioni con climi più freddi, è meglio coltivare il culantro nei mesi più caldi o proteggerlo dalle temperature fredde.

Inoltre, il culantro apprezza alti livelli di umidità, quindi se vivete in un clima secco, nebulizzare le foglie con acqua o usare un umidificatore può aiutare a creare un ambiente di crescita più favorevole per l'erba.

Ecco 10 modi per aumentare l'umidità per le piante da appartamento che funzionano

Cura del Culantro

manumunson

Fertilizzante

Le piante di Culantro traggono beneficio da una regolare somministrazione di un fertilizzante bilanciato per garantire una crescita sana e un fogliame robusto. Utilizzate un fertilizzante granulare a lento rilascio o un fertilizzante liquido formulato per erbe o ortaggi.

Evitate la concimazione eccessiva, che può portare a una crescita eccessiva delle foglie a scapito del sapore.

Ecco efficaci fertilizzanti per prato fatti in casa che non contengono sostanze chimiche pericolose

Potatura

La potatura del culantro non è in genere necessaria, in quanto la pianta tende a concentrare le proprie energie sulla produzione di foglie per uso culinario. Tuttavia, se la pianta diventa troppo spilungona o inizia a fiorire, è possibile tagliarla per favorire una crescita più cespugliosa ed evitare che vada a seme.

La raccolta regolare delle foglie esterne favorisce inoltre una produzione fogliare continua: è sufficiente utilizzare forbici o cesoie da giardino pulite per tagliare la quantità di fogliame desiderata, lasciando intatte le foglie interne per la crescita futura.

Parassiti e malattie

Sebbene il culantro sia generalmente resistente a molti parassiti e malattie, può comunque incontrare alcuni problemi comuni. Afidi, bruchi e lumache possono occasionalmente essere problematici. Monitorate le piante regolarmente e impiegate metodi di controllo biologico dei parassiti, come la raccolta a mano o l'uso di sapone insetticida o olio di neem, se necessario.

Un'adeguata spaziatura e un buon flusso d'aria possono contribuire a ridurre il rischio di malattie fungine come le macchie fogliari o l'oidio. Se compaiono segni di malattia, rimuovete prontamente le foglie infette e trattate le piante con fungicidi organici appropriati, come raccomandato.

Cliccate qui per conoscere l'incredibile ricetta del pesticida naturale in grado di uccidere qualsiasi parassita.

Vantaggi del Culantro

miniatura_agricoltura
  • Riduce i livelli di colesterolo: Il Culantro contiene composti che possono contribuire a ridurre i livelli di colesterolo LDL (cattivo) e ad aumentare quelli di colesterolo HDL (buono), favorendo un profilo lipidico più sano.
  • Abbassa la pressione sanguigna: Alcuni componenti del culantro possono agire come diuretici naturali, contribuendo a ridurre il volume del sangue e di conseguenza ad abbassare la pressione sanguigna, con potenziali benefici per i soggetti affetti da ipertensione.
  • Attività antiossidante: Gli antiossidanti presenti nel culantro possono aiutare a proteggere dallo stress ossidativo e dall'infiammazione, entrambi fattori che contribuiscono alle malattie cardiovascolari.
  • Migliora la digestione: Il contenuto di fibre del culantro può favorire la regolarità dei movimenti intestinali, prevenire la stitichezza e sostenere la salute generale dell'apparato digerente.
  • Proprietà antimicrobiche: Il Culantro contiene composti dalle proprietà antibatteriche e antimicotiche, che possono aiutare a combattere i microrganismi dannosi dell'apparato digerente.

Ecco le 11 piante da appartamento a bassa manutenzione con benefici per la salute

Domande frequenti

1. Cilantro vs. Cuantro: differenza tra cilantro e culantro

Il cilantro e il culantro sono due erbe distinte che spesso vengono confuse a causa dei nomi e dell'aspetto simili, ma che presentano notevoli differenze in termini di gusto, aspetto e usi culinari.

Il cilantro, noto anche come foglie di coriandolo o prezzemolo cinese, ha foglie delicate e piumose e un sapore agrumato e leggermente dolce. È comunemente usato nelle cucine messicana, indiana e asiatica come guarnizione o ingrediente di salsas, insalate e curry. Il culantro, chiamato anche coriandolo messicano o coriandolo lungo, ha foglie lunghe e seghettate con un sapore più forte che ricorda quello del cilantro.ma con un gusto leggermente più intenso e pungente.

2. Si può coltivare il Culantro in casa?

Sì, è possibile coltivare con successo il culantro in casa, poiché si adatta bene al giardinaggio in contenitore. Fornitegli luce, calore e umidità sufficienti per garantirne la crescita e lo sviluppo del sapore.

Guarda anche: 8 migliori consigli per la coltivazione della Portulaca

3. Il culantro ha il sapore del coriandolo?

Il culantro ha un sapore simile a quello del coriandolo, ma più intenso e pungente. Sebbene condividano alcune caratteristiche di sapore, il culantro viene spesso descritto come più forte e con una nota di agrumi.

4. Quanto tempo impiega il Culantro a crescere?

In genere il culantro impiega dalle 8 alle 12 settimane per raggiungere la maturità dal seme. Tuttavia, è importante notare che il culantro può essere lento a germogliare, quindi potrebbero essere necessarie un paio di settimane prima che i semi spuntino. La pazienza e le cure adeguate sono fondamentali durante il processo di crescita.

Ecco 12 semplici suggerimenti per la germinazione dei semi per far crescere ogni seme




Eddie Hart
Eddie Hart
Jeremy Cruz è un orticoltore appassionato e un devoto sostenitore della vita sostenibile. Con un amore innato per le piante e una profonda comprensione delle loro diverse esigenze, Jeremy è diventato un esperto nel campo del giardinaggio in container, del giardinaggio indoor e del giardinaggio verticale. Attraverso il suo famoso blog, si sforza di condividere le sue conoscenze e ispirare gli altri ad abbracciare la bellezza della natura entro i confini dei loro spazi urbani.Nato e cresciuto nella giungla di cemento, la passione di Jeremy per il giardinaggio è sbocciata in giovane età mentre cercava conforto e tranquillità coltivando una mini oasi sul balcone del suo appartamento. La sua determinazione a portare il verde nei paesaggi urbani, anche dove lo spazio è limitato, è diventata la forza trainante del suo blog.L'esperienza di Jeremy nel giardinaggio in container gli consente di esplorare tecniche innovative, come il giardinaggio verticale, consentendo alle persone di massimizzare il proprio potenziale di giardinaggio in spazi limitati. Crede che tutti meritino l'opportunità di provare la gioia ei benefici del giardinaggio, indipendentemente dalla loro sistemazione abitativa.Oltre a scrivere, Jeremy è anche un consulente ricercato, che fornisce una guida personalizzata a privati ​​e aziende che desiderano integrare il verde nelle loro case, uffici o spazi pubblici. La sua enfasi sulla sostenibilità e le scelte eco-consapevoli lo rendono una risorsa preziosa nel greeningComunità.Quando non è impegnato a curare il suo lussureggiante giardino interno, Jeremy può essere trovato a esplorare i vivai locali, a partecipare a conferenze sull'orticoltura oa condividere la sua esperienza attraverso workshop e seminari. Attraverso il suo blog, Jeremy mira a ispirare e responsabilizzare gli altri a trascendere i vincoli della vita urbana e creare spazi verdi e vibranti che promuovano il benessere, la serenità e una profonda connessione con la natura.