Il mango è un agrume o un frutto a nocciolo?

Il mango è un agrume o un frutto a nocciolo?
Eddie Hart

Il mango è un agrume o un frutto a nocciolo? Che cos'è esattamente il re dei frutti? Siete perplessi? Ecco un articolo che vi chiarirà ogni dubbio!

Il mango è un frutto tropicale, appartenente al genere Mangifera, originario della parte meridionale dell'Asia, in particolare dell'India orientale, della Birmania e delle isole Andamane. Il frutto si presenta in una varietà di forme, dimensioni, consistenze e sapori. Il suo sapore acidulo, fragrante, dolce e polposo lo rende famoso in tutto il mondo. Ma cos'è il mango? Il mango è un agrume o un frutto a nocciolo? Scopriamolo!

Consultate il nostro articolo sulla coltivazione dell'albero di mango qui

Differenza tra agrumi e drupacee?

Gli agrumi contengono molto acido citrico e sono disponibili soprattutto durante l'anno. Sono una fonte eccellente di vitamina C, come il limone, il pompelmo e l'arancia.

Guarda anche: La tela di iuta per le piante: 15 usi pratici della tela di iuta in giardino

Le drupacee, invece, dette anche drupe perché hanno un "nocciolo" racchiuso nell'area carnosa e un seme all'interno del nocciolo, si sviluppano per lo più dai fiori e comprendono frutti come la noce di cocco, la prugna e l'albicocca.

Il mango è un agrume?

Proprio come il mango, gli agrumi crescono in un clima caldo. Il mango può crescere sia nelle regioni tropicali che in quelle subtropicali. Gli agrumi appartengono alla famiglia delle Rutaceae, mentre il mango appartiene alla famiglia delle Anacardiaceae. Per questo motivo, il mango ha una polpa dolce o aspra e una buccia liscia. Di conseguenza, il mango non rientra nella categoria degli agrumi.

Il mango è un frutto a nocciolo?

Il mango appartiene alla famiglia delle anacardiacee, per questo motivo, rientra nella categoria dei frutta a nocciolo. Il mango viene coltivato soprattutto per i suoi frutti, che hanno un sapore delizioso quando sono maturi. Inoltre, il mango maturo ha una fragranza insolita rispetto a quello crudo. Il seme del mango si trova all'interno del nocciolo (materiale simile a un sasso) all'interno della sua polpa dolce e saporita, proprio come qualsiasi altra frutta a nocciolo.

Benefici del mango

Guarda anche: Come coltivare una pianta di caffè
  • Il mango è una grande fonte di vitamina A, quindi è benefico per gli occhi.
  • Anche la sua buccia e la sua pelle possono curare l'indigestione e l'asma.
  • Gli antiossidanti del mango sono utili per i farmaci antitumorali.
  • Le fibre presenti in esso sono un rimedio per il colesterolo.
  • Inoltre, la corteccia e le foglie dell'albero del mango hanno proprietà medicinali.

Usi culinari

Il mango è chiamato anche "re dei frutti" per il suo gusto sorprendente e per la sua grande versatilità alimentare. Viene consumato sia crudo che maturo. Il mango crudo ha un sapore aspro, mentre quello maturo è generalmente dolce. Il famoso sottaceto in India è fatto con il mango crudo. Esistono molti prodotti al gusto di mango, tra cui bevande, gelati, torte, sorbetti, cocktail. Viene anche conservato come sottaceto, sottaceto dolce, chutney, e in forma essiccata.




Eddie Hart
Eddie Hart
Jeremy Cruz è un orticoltore appassionato e un devoto sostenitore della vita sostenibile. Con un amore innato per le piante e una profonda comprensione delle loro diverse esigenze, Jeremy è diventato un esperto nel campo del giardinaggio in container, del giardinaggio indoor e del giardinaggio verticale. Attraverso il suo famoso blog, si sforza di condividere le sue conoscenze e ispirare gli altri ad abbracciare la bellezza della natura entro i confini dei loro spazi urbani.Nato e cresciuto nella giungla di cemento, la passione di Jeremy per il giardinaggio è sbocciata in giovane età mentre cercava conforto e tranquillità coltivando una mini oasi sul balcone del suo appartamento. La sua determinazione a portare il verde nei paesaggi urbani, anche dove lo spazio è limitato, è diventata la forza trainante del suo blog.L'esperienza di Jeremy nel giardinaggio in container gli consente di esplorare tecniche innovative, come il giardinaggio verticale, consentendo alle persone di massimizzare il proprio potenziale di giardinaggio in spazi limitati. Crede che tutti meritino l'opportunità di provare la gioia ei benefici del giardinaggio, indipendentemente dalla loro sistemazione abitativa.Oltre a scrivere, Jeremy è anche un consulente ricercato, che fornisce una guida personalizzata a privati ​​e aziende che desiderano integrare il verde nelle loro case, uffici o spazi pubblici. La sua enfasi sulla sostenibilità e le scelte eco-consapevoli lo rendono una risorsa preziosa nel greeningComunità.Quando non è impegnato a curare il suo lussureggiante giardino interno, Jeremy può essere trovato a esplorare i vivai locali, a partecipare a conferenze sull'orticoltura oa condividere la sua esperienza attraverso workshop e seminari. Attraverso il suo blog, Jeremy mira a ispirare e responsabilizzare gli altri a trascendere i vincoli della vita urbana e creare spazi verdi e vibranti che promuovano il benessere, la serenità e una profonda connessione con la natura.