Cura della margherita Gerbera

Cura della margherita Gerbera
Eddie Hart

Scopri tutto su Cura delle margherite Gerbera, insieme ai suoi requisiti di coltivazione per aggiungere questa magnifica pianta da fiore all'interno o all'esterno !

Le margherite Gerbera sono disponibili in bellissime tonalità di rosso, viola, rosa, giallo, arancione, bianco sporco e pesca. Sono bellissime e la cosa migliore è che si possono coltivare sia in casa che in giardino. Vediamo la guida dettagliata su Cura delle margherite Gerbera.

Nome scientifico: Gerbera jamesonii

Altri nomi: Margherita africana, margherita di Barberton, margherita di Hilton, margherita del Transvaal, gerbera, Gerbera

Zone di rusticità USDA: 8-11

Consulta il nostro articolo sulla coltivazione della Gerbera Daisy da talea qui

Come propagare la margherita Gerbera?

Esistono due modi per propagare una gerbera: i semi e la divisione delle radici. Se avete una pianta già consolidata, moltiplicatela per divisione, altrimenti fatela germogliare con i semi.

Seminate i semi ad una profondità di circa 1,5 cm in vasi singoli o in vassoi da semina e trapiantateli dopo qualche giorno, quando le piantine avranno sviluppato due serie di foglie vere.

Il vantaggio principale di coltivare la gerbera da seme è che si può coltivare qualsiasi varietà si desideri e sarà il modo più economico per avere molte piante. Tuttavia, è sempre meglio scegliere un trapianto di gerbera da fiore sano e singolo dal centro di giardinaggio se non si vuole coltivare in grandi quantità.

Scoprite qui i bellissimi fiori che iniziano per "G".

Le migliori dimensioni del vaso per la margherita Gerbera

Le gerbera crescono in genere tra i 6 e i 18 pollici di altezza, a seconda della cultivar. Tutte le varietà possono essere coltivate in vasi profondi e larghi tra i 6 e i 10 pollici. Evitate di coltivare questa pianta in vasi troppo grandi, perché le gerbera fioriscono maggiormente in uno stato leggermente legato alle radici.

Scopri i migliori fiori che assomigliano a Daisy qui

Cura delle margherite da interno

Illuminazione

La luce è fondamentale per la fioritura delle gerbere, quindi è opportuno collocare la pianta in una posizione che riceva la maggior quantità possibile di luce solare all'interno. Una finestra soleggiata esposta a sud o a ovest è il luogo ideale.

Se nella vostra zona le estati sono calde e la temperatura sfiora i 38°C, proteggete sempre la pianta dal sole pomeridiano. Durante gli inverni uggiosi, quando il sole è debole, in assenza di luce naturale, le luci artificiali contribuiranno alla sopravvivenza della Gerbera.

Drenaggio adeguato

Marciume radicale, oidio e marciume della chioma possono colpire la gerbera se si trova in acqua e in un terreno inzuppato. Per evitare che ciò accada, assicuratevi di predisporre adeguati fori di drenaggio sul fondo del vaso.

L'ideale sarebbe scegliere un contenitore dotato di drenaggio, ma potete anche praticare dei fori da soli se utilizzate una qualsiasi fioriera fai da te.

Miscela per vasi

Il terriccio deve essere sabbioso, leggero, di consistenza friabile, privo di contaminazioni e di terreno duro e ricco di materia organica per favorire il drenaggio.

Irrigazione

La gerbera predilige un terreno di coltura sempre leggermente umido quando si coltiva all'aperto, ma bisogna fare molta attenzione alle annaffiature quando si coltiva in casa.

Innaffiate quando il terriccio è un po' asciutto, senza bagnare il fogliame, ma non innaffiate troppo frequentemente, per evitare il marciume delle radici.

Concimazione

L'uso di un fertilizzante specifico per la fioritura o di un fertilizzante bilanciato aiuterà la pianta nella stagione della fioritura.

È possibile iniziare a nutrire la pianta in primavera e continuare a farlo fino all'inizio o alla metà dell'autunno. Le istruzioni per la somministrazione sono riportate sulla confezione; seguitele.

Nutrite la pianta una volta ogni 2-3 settimane con metà della dose raccomandata dal produttore. Se vivete in un clima privo di gelate, non smettete di concimare in inverno.

Nota: Non optate per fertilizzanti a basso o nullo contenuto di fosforo: possono causare una crescita lenta e piante di qualità inferiore. Consultate questo articolo per saperne di più!

Scoprite qui i migliori fiori di violetta

Decapitazione della margherita Gerbera

Se non conoscete questo termine, si tratta del processo di rimozione dei fiori sbiaditi. È uno dei punti cruciali della cura delle margherite Gerbera. È possibile tagliare lo stelo alla base del fiore o utilizzare qualsiasi strumento affilato per tagliarlo.

L'energia che prima veniva sprecata per le fioriture morenti e appassite sarà ora reindirizzata verso la produzione di nuove fioriture e la crescita. Inoltre, segnalerà alle piante di non produrre semi e di continuare a produrre fiori.

Inoltre, i fiori morti e appassiti non sono estetici e offrono riparo agli insetti.

Scopri le migliori viti con l'arancio qui

Rinvaso della margherita Gerbera

Guarda anche: 3 Migliori fiori del mese di febbraio

Seguendo le istruzioni per la cura della margherita Gerbera, è necessario rispettare il calendario di rinvaso. Trapiantatela in un nuovo vaso quando supera quello vecchio; saprete quando la pianta inizierà a sembrare troppo grande per il suo vecchio vaso. Qualsiasi vaso di 2-3 pollici di diametro più grande di quello attuale andrà bene.

Assicuratevi che ci siano sufficienti fori di drenaggio anche sul fondo del nuovo vaso. Predisponete una base di tre centimetri di spessore di terriccio prima di mettere la pianta nel contenitore e riempirlo di nuovo. Le radici devono trovarsi sotto la superficie del terriccio.

NOTA: Prima di rinvasare la Gerbera, tagliate le radici marce o malate e rimuovete un po' di terra intorno alla zolla per liberare le radici.

Scoprite qui i migliori cespugli con fiori rosa

Cura delle margherite da esterno

Guarda anche: 28 idee di lampioni fai da te per il giardino

Posizione

Il sole mattutino è l'ideale per questa pianta, ma è sconsigliata l'esposizione prolungata al sole caldo del pomeriggio. Soprattutto con il caldo torrido dell'estate, è fondamentale proteggere dal sole nelle ore centrali della giornata. Lo suggerisce questo articolo del Florida University Extension.

Tempo di semina

La pianta non tollera il gelo, quindi spostatela all'aperto solo quando non c'è più traccia di gelo e brina. Scavate una buca profonda circa 15 cm e piantate la Gerbera, ricordando che la profondità di impianto deve essere la stessa di quando la pianta cresceva nel vaso.

Irrigazione

Mantenete il terreno leggermente umido, ma aspettate prima di innaffiare di nuovo fino a quando il primo centimetro di terreno non sarà asciutto. Innaffiate abbondantemente fino a quando non inizierà a filtrare dai fori inferiori.

Tolleranza alla temperatura

La gerbera è una pianta perenne nei climi privi di gelo e fiorisce a intermittenza in qualsiasi periodo dell'anno in queste zone, mentre nei climi freddi può fiorire dalla primavera all'autunno.

Si può trattare come annuale o svernare in casa, dato che non tollera temperature inferiori a 30 F (-1).

Pacciamatura e compostaggio

Aggiungete uno strato di pacciame e compost alle gerbere che crescono all'aperto, sia sul terreno che nei vasi. La primavera e l'inizio dell'estate sono i momenti migliori per farlo.

Aiuterà il terreno a trattenere l'umidità e a mantenerlo fresco durante la stagione calda.

Parassiti

Acari, afidi e i tipici parassiti domestici possono disturbare la pianta. A parte questo, è per lo più esente da parassiti. È possibile raccogliere facilmente questi parassiti a mano o lavare la pianta con getti d'acqua.

Anche spruzzare una soluzione di sapone insetticida sulla pianta è efficace. Quanto prima si interviene, tanto più si ha la possibilità di salvare la pianta da gravi danni. Quindi, state sempre attenti a questi parassiti.

Guarda qui i migliori fiori viola

Benefici della margherita Gerbera

Oltre a essere uno dei fiori recisi più popolari, i suoi fiori possono durare fino a 10-14 giorni in vaso.

Inoltre, la gerbera è una delle migliori piante che purificano l'aria e, secondo uno studio della NASA, è in grado di eliminare benzene, formaldeide e tricloroetilene. La pianta, quando è in fiore, promuove la felicità con i suoi fiori colorati.

Scopri come coltivare le rose Cherokee qui




Eddie Hart
Eddie Hart
Jeremy Cruz è un orticoltore appassionato e un devoto sostenitore della vita sostenibile. Con un amore innato per le piante e una profonda comprensione delle loro diverse esigenze, Jeremy è diventato un esperto nel campo del giardinaggio in container, del giardinaggio indoor e del giardinaggio verticale. Attraverso il suo famoso blog, si sforza di condividere le sue conoscenze e ispirare gli altri ad abbracciare la bellezza della natura entro i confini dei loro spazi urbani.Nato e cresciuto nella giungla di cemento, la passione di Jeremy per il giardinaggio è sbocciata in giovane età mentre cercava conforto e tranquillità coltivando una mini oasi sul balcone del suo appartamento. La sua determinazione a portare il verde nei paesaggi urbani, anche dove lo spazio è limitato, è diventata la forza trainante del suo blog.L'esperienza di Jeremy nel giardinaggio in container gli consente di esplorare tecniche innovative, come il giardinaggio verticale, consentendo alle persone di massimizzare il proprio potenziale di giardinaggio in spazi limitati. Crede che tutti meritino l'opportunità di provare la gioia ei benefici del giardinaggio, indipendentemente dalla loro sistemazione abitativa.Oltre a scrivere, Jeremy è anche un consulente ricercato, che fornisce una guida personalizzata a privati ​​e aziende che desiderano integrare il verde nelle loro case, uffici o spazi pubblici. La sua enfasi sulla sostenibilità e le scelte eco-consapevoli lo rendono una risorsa preziosa nel greeningComunità.Quando non è impegnato a curare il suo lussureggiante giardino interno, Jeremy può essere trovato a esplorare i vivai locali, a partecipare a conferenze sull'orticoltura oa condividere la sua esperienza attraverso workshop e seminari. Attraverso il suo blog, Jeremy mira a ispirare e responsabilizzare gli altri a trascendere i vincoli della vita urbana e creare spazi verdi e vibranti che promuovano il benessere, la serenità e una profonda connessione con la natura.