Come salvare le piante scottate dal sole

Come salvare le piante scottate dal sole
Eddie Hart

Un'esposizione eccessiva alla luce forte può bruciare le foglie delle piante. Se anche voi avete sperimentato questa situazione, ecco una guida su Come salvare le piante bruciate dal sole.

reddit

L'esposizione prolungata alla luce diretta del sole può provocare bruciature o ustioni delle foglie, facendole diventare gialle e marroni. Questo può accadere in tarda primavera o in estate, quando le piante abituate a una luce minore sentono il calore dei mesi più caldi. È opportuno adottare subito alcune abitudini culturali che possono aiutare a imparare Come salvare le piante bruciate dal sole da danni inconciliabili o dalla morte!

Ecco i migliori fiori che si possono coltivare in pieno sole

Che aspetto hanno le piante bruciate dal sole?

reddit

Quando notate che le foglie diventano marroni o gialle, sappiate che è l'unico segno di scottatura solare. Quando la pianta è esposta alla luce solare intensa per un periodo di tempo prolungato, provoca danni ai tessuti dello strato esterno esposto del fogliame, facendoli diventare marroni. Può anche causare la bruciatura degli steli nelle piante tenere.

Questo può accadere anche alle piante poco luminose che vengono improvvisamente esposte a una quantità di luce superiore a quella di cui hanno bisogno. I danni da sole possono verificarsi anche alle piante che amano il calore, se sono costantemente esposte al forte sole pomeridiano, soprattutto durante un'ondata di caldo inaspettata e prolungata.

Scopri qui le migliori piante che crescono senza sole

Si possono salvare le piante scottate dal sole?

Le scottature solari sono molto più facili da prevenire che da curare: una volta che le foglie sono completamente danneggiate, non si può fare altro che tagliarle via e dare sostegno e cura alla pianta per la nuova crescita.

Il modo migliore per promuovere la crescita di foglie resistenti al sole e prevenire i danni da scottatura è una lenta acclimatazione al sole splendente, chiamata Indurimento disattivato È un processo che può durare circa 10-14 giorni, al termine dei quali la pianta dovrebbe essere di nuovo pronta per affrontare il sole.

Come salvare le piante bruciate dal sole

  1. Per prima cosa, tagliate le foglie danneggiate, perché non guariranno e non torneranno mai ad essere verdi e piene di vita.
  2. Spostate immediatamente la pianta in un luogo più ombroso, lontano dalla luce diretta del sole, per evitare ulteriori danni. Potete riportarla gradualmente nel luogo più soleggiato, che non riceva per lunghe ore la forte luce del sole pomeridiano.

Suggerimento: Considerate la possibilità di aggiungere una tenda trasparente vicino alla pianta per bloccare la luce diretta del sole e dare alla pianta la luce soffusa di cui ha bisogno per crescere.

3. Se la pianta ha perso troppe foglie a causa delle scottature, non avrà più bisogno di essere annaffiata come prima. Quindi, annaffiate solo quando il terriccio si asciuga.

Guarda anche: 101 piante amanti dell'acido per terreni acidi

4. Sarebbe utile ridurre la concimazione della pianta dopo aver perso la maggior parte delle foglie a causa delle scottature. È consigliabile attenersi al programma originale, ma assicurarsi che la quantità di fertilizzante sia ridotta alla metà. Quando iniziano a comparire le nuove foglie, è possibile aumentare gradualmente la dose.

Guarda anche: 7 segreti per avere più fiori in giardino

Alcuni suggerimenti aggiuntivi

  • Per le piante da giardino, è buona norma spruzzare acqua sul fogliame nel pomeriggio per mantenere le foglie fresche, soprattutto se sono direttamente esposte al sole. In questo modo, inoltre, la pianta non rischia di bruciare le foglie.
  • Se la vostra pianta cresce in un'area ombreggiata o coperta, non cambiatela mai direttamente con una zona luminosa e soleggiata, perché le foglie si bruceranno. Acclimatatatela lentamente alla luce, nell'arco di 5-7 giorni, per abituarla alla maggiore esposizione al sole.

Date un'occhiata alle migliori piante a pois qui




Eddie Hart
Eddie Hart
Jeremy Cruz è un orticoltore appassionato e un devoto sostenitore della vita sostenibile. Con un amore innato per le piante e una profonda comprensione delle loro diverse esigenze, Jeremy è diventato un esperto nel campo del giardinaggio in container, del giardinaggio indoor e del giardinaggio verticale. Attraverso il suo famoso blog, si sforza di condividere le sue conoscenze e ispirare gli altri ad abbracciare la bellezza della natura entro i confini dei loro spazi urbani.Nato e cresciuto nella giungla di cemento, la passione di Jeremy per il giardinaggio è sbocciata in giovane età mentre cercava conforto e tranquillità coltivando una mini oasi sul balcone del suo appartamento. La sua determinazione a portare il verde nei paesaggi urbani, anche dove lo spazio è limitato, è diventata la forza trainante del suo blog.L'esperienza di Jeremy nel giardinaggio in container gli consente di esplorare tecniche innovative, come il giardinaggio verticale, consentendo alle persone di massimizzare il proprio potenziale di giardinaggio in spazi limitati. Crede che tutti meritino l'opportunità di provare la gioia ei benefici del giardinaggio, indipendentemente dalla loro sistemazione abitativa.Oltre a scrivere, Jeremy è anche un consulente ricercato, che fornisce una guida personalizzata a privati ​​e aziende che desiderano integrare il verde nelle loro case, uffici o spazi pubblici. La sua enfasi sulla sostenibilità e le scelte eco-consapevoli lo rendono una risorsa preziosa nel greeningComunità.Quando non è impegnato a curare il suo lussureggiante giardino interno, Jeremy può essere trovato a esplorare i vivai locali, a partecipare a conferenze sull'orticoltura oa condividere la sua esperienza attraverso workshop e seminari. Attraverso il suo blog, Jeremy mira a ispirare e responsabilizzare gli altri a trascendere i vincoli della vita urbana e creare spazi verdi e vibranti che promuovano il benessere, la serenità e una profonda connessione con la natura.