Come prendersi cura delle rose in vaso

Come prendersi cura delle rose in vaso
Eddie Hart

Se volete mantenere il vostro fiore preferito fresco e bello per molto tempo ancora, ecco una guida dettagliata su Come prendersi cura delle rose in vaso.

Ruslan Sitarchuk/Shutterstock

Volete assaporare la bellezza di un bouquet fresco o di un fiore reciso per molto tempo? Uno dei regali più comuni sono le belle rose e la nostra guida su Come prendersi cura delle rose in vaso vi aiuterà a goderne a lungo.

Consulta qui l'elenco dei fiori che assomigliano alle rose

Come prendersi cura delle rose in vaso

1. Taglio ad angolo

Fusionstudio/Shutterstock

Prima di mettere le rose in vaso, praticate un taglio a 45 gradi alla base dello stelo, per evitare che si ammorbidisca e per far sì che assorba più acqua. Praticate questa operazione ogni tre giorni e vedrete che le rose dureranno più a lungo.

2. Eliminare gli extra

Prima di mettere le rose in un vaso, rimuovete le foglie alla base dello stelo: le foglie sommerse possono marcire nel tempo, favorendo la formazione di batteri che ostacolano la capacità dello stelo di assorbire l'acqua.

3. L'acqua deve essere giusta

Nomad_Soul/Shutterstock

I fioristi professionisti sostengono che l'acqua tiepida per le rose è la soluzione migliore, perché le molecole dell'acqua calda si muovono più velocemente di quelle fredde e possono essere assorbite dal fiore senza alcuno sforzo.

Se i fiori zoppicano, è segno che non stanno assorbendo bene l'acqua. Cambiate l'acqua ogni due giorni e pulite il vaso con acqua calda.

4. Utilizzare il cibo per piante

FotoHelin/Shutterstock

L'aggiunta di cibo per fiori all'acqua farà sì che i fiori si mantengano freschi più a lungo. Potete acquistarlo al mercato o prepararlo voi stessi mescolando due once di collutorio in un litro d'acqua. Aggiungete 6-8 cucchiai di soda al limone e lime e usate questa soluzione come acqua in un vaso per i fiori.

5. Trovare il punto migliore

Nuova Africa/Shutterstock

Posizionate il vaso in una zona fresca e ombreggiata che riceva luce solare indiretta. Più fredda è la temperatura, più a lungo si conserveranno le rose.

È inoltre importante tenere i fiori lontani da una grande ciotola di frutta o verdura: si tratta di un passaggio essenziale, poiché frutta e verdura emettono gas etilene, che contribuisce all'appassimento.

Guarda anche: 70 idee per i giardini pensili più belli

6. Rimuovere i fiori morti

Maria Zamuriy/Shutterstock

Se avete messo molti fiori in un vaso, assicuratevi di rimuovere le foglie o i boccioli appassiti. Non appena notate che un fiore sta morendo, rimuovetelo dal mazzo. In questo modo eviterete che i petali o le foglie cadano nell'acqua e marciscano, riducendo la vita del fiore.

Guarda anche: 35 splendide piante da interno con foglie bianche e verdi

7. Salva l'appassimento

Se le rose iniziano ad appassire, significa che lo stelo non è in grado di assorbire l'acqua. Ripetete il punto 1 e tagliate nuovamente lo stelo con un'angolazione tale da fargli assorbire una quantità d'acqua sufficiente. In questo modo si aprirà anche il sistema vascolare, facendo salire l'acqua attraverso lo stelo.

Alcuni trucchi veloci

  • L'aggiunta di un cucchiaino di zucchero e di qualche goccia di vodka nell'acqua contribuirà a tenere a bada la crescita batterica, aiutando i fiori a durare più a lungo.
  • Anche mettere un'aspirina schiacciata nell'acqua aiuta il fiore a mantenersi fresco.
  • Aggiungendo 3-5 gocce di candeggina e 1 cucchiaino di zucchero a un litro d'acqua si elimina la crescita dei batteri e si mantiene l'acqua fresca, prolungando la durata delle fioriture.

Ecco i principali segreti per coltivare il rosmarino migliore




Eddie Hart
Eddie Hart
Jeremy Cruz è un orticoltore appassionato e un devoto sostenitore della vita sostenibile. Con un amore innato per le piante e una profonda comprensione delle loro diverse esigenze, Jeremy è diventato un esperto nel campo del giardinaggio in container, del giardinaggio indoor e del giardinaggio verticale. Attraverso il suo famoso blog, si sforza di condividere le sue conoscenze e ispirare gli altri ad abbracciare la bellezza della natura entro i confini dei loro spazi urbani.Nato e cresciuto nella giungla di cemento, la passione di Jeremy per il giardinaggio è sbocciata in giovane età mentre cercava conforto e tranquillità coltivando una mini oasi sul balcone del suo appartamento. La sua determinazione a portare il verde nei paesaggi urbani, anche dove lo spazio è limitato, è diventata la forza trainante del suo blog.L'esperienza di Jeremy nel giardinaggio in container gli consente di esplorare tecniche innovative, come il giardinaggio verticale, consentendo alle persone di massimizzare il proprio potenziale di giardinaggio in spazi limitati. Crede che tutti meritino l'opportunità di provare la gioia ei benefici del giardinaggio, indipendentemente dalla loro sistemazione abitativa.Oltre a scrivere, Jeremy è anche un consulente ricercato, che fornisce una guida personalizzata a privati ​​e aziende che desiderano integrare il verde nelle loro case, uffici o spazi pubblici. La sua enfasi sulla sostenibilità e le scelte eco-consapevoli lo rendono una risorsa preziosa nel greeningComunità.Quando non è impegnato a curare il suo lussureggiante giardino interno, Jeremy può essere trovato a esplorare i vivai locali, a partecipare a conferenze sull'orticoltura oa condividere la sua esperienza attraverso workshop e seminari. Attraverso il suo blog, Jeremy mira a ispirare e responsabilizzare gli altri a trascendere i vincoli della vita urbana e creare spazi verdi e vibranti che promuovano il benessere, la serenità e una profonda connessione con la natura.