Come coltivare il kiwi in vaso

Come coltivare il kiwi in vaso
Eddie Hart

Il modo migliore per gustare i kiwi rinfrescanti è quello di coltivarli da soli! Ecco tutte le informazioni su Come coltivare il kiwi in vaso!

Ogni volta che sentiamo la parola kiwi, ci viene in mente l'immagine di deliziosi frutti aromatici. Ma è possibile coltivarli in un giardino domestico? In uno spazio limitato, soprattutto in contenitori? Ebbene, la risposta è sì! Ecco tutto quello che c'è da sapere su Come coltivare il kiwi in vaso e godetevi la coltivazione in casa!

Consultate qui il nostro articolo sulla coltivazione delle arance in vaso

Cosa sono i Kiwi duri?

I kiwi duri sono più piccoli dei loro cugini kiwi, che sono generalmente disponibili in negozio. Inoltre, i kiwi duri sono dioici, il che significa che se si vuole che la pianta produca frutti, è necessario piantare almeno una pianta maschio per ogni 8-10 piante femmine.

Tuttavia, se volete coltivare una sola pianta, scegliete varietà autofertili come "Jenny" e "Issai".

Zone USDA: 7-10

Scegliere la varietà giusta

  • Se siete alle prime armi con la semina del Kiwi, Ananasnaya Questa vigorosa e produttiva vite produce frutti aromatici della dimensione di un acino d'uva.
  • Per la produzione precoce di kiwi, scegliete Ginevra Un'altra varietà altamente produttiva è Dumbarton Oaks.
  • Per coltivare frutti aromatici di dimensioni maggiori, piantare Stato del Michigan Può tollerare il freddo fino alla Zona USDA 5.
  • Il kiwi di Il rosso di Ken non solo è delizioso, ma ha anche un aspetto attraente con la pelle di colore rosso.
  • Non volete affrontare il problema dell'acquisto di una varietà maschile e femminile? Issai non richiede un impollinatore maschio, essendo una varietà autofertile.

Come propagare il kiwi?

La propagazione di questa pianta può avvenire sia da semi che da talee, dipende da voi. Una pianta di kiwi impiega dai 3 ai 5 anni per produrre frutti in questo modo, quindi bisogna avere pazienza!

Procuratevi i semi presso il vivaio più vicino o in qualsiasi negozio online. È preferibile piantare i kiwi da talee Indipendentemente dal modo in cui si sceglie di piantare, le piante devono essere sia maschili che femminili se si vuole che le viti producano frutti.

Un consiglio da professionista: Procuratevi una pianta in vaso presso un vivaio, in modo da risparmiare il tempo necessario per la crescita da seme o da talea. Inoltre, sarebbe una buona idea procurarsi una varietà autoimpollinante.

Guarda anche: 10 geniali trucchi per la coltivazione delle fragole

Scelta del contenitore

Iniziare a piantare in un contenitore di 12-14 pollici con ampi fori di drenaggio. Dopo un paio d'anni, o quando si ritiene che la vite abbia superato il contenitore attuale, trapiantarla in un vaso più grande in base alla crescita. Durante il trapianto, assicurarsi di non rompere la zolla.

Supporto

I kiwi necessitano di un sostegno robusto, poiché le viti possono raggiungere una lunghezza di circa 25-30 piedi e diventare piuttosto pesanti. È possibile addestrarli ad arrampicarsi su un patio a mare o installare una robusta struttura a traliccio per un sostegno adeguato. È anche possibile coltivare queste piante su un grande balcone o sul tetto.

Requisiti per la coltivazione dei kiwi in vaso

Suolo

Il kiwi si trova bene in un terreno ben drenante, da argilloso a leggermente pesante. Se è ricco di materia organica come terriccio di foglie, compost o letame stagionato, favorisce ulteriormente la crescita della pianta. Il livello di pH può essere da leggermente acido a leggermente alcalino.

I terreni ricchi di argilla sono dannosi e devono essere evitati. Inoltre, non utilizzate terreni troppo sabbiosi.

Posizione

Per una crescita sana e vigorosa, questa vite ha bisogno di pieno sole, per cui è bene posizionarla in un punto in cui riceva la massima luce solare, con un'esposizione di 5-6 ore di sole.

Temperatura

Le varietà da clima freddo si trovano bene nell'intervallo di temperatura 40º-60º F (4,44º-15,56º C). Nelle regioni più calde, il kiwi si trova meglio a 56º-77º F (13,33º-25º C). Se la pianta è giovane e non è ancora consolidata, può essere danneggiata o uccisa a una temperatura inferiore a 14º F (-10º C).

Irrigazione

Mantenere il terreno umido è fondamentale per la corretta crescita della pianta. Non annaffiate troppo, perché i kiwi non amano stare nell'acqua stagnante e può anche causare il marciume delle radici. Annaffiate abbondantemente, ma evitate di saturare troppo frequentemente.

Concimazione

Il kiwi cresce attivamente una volta stabilito e richiede una concimazione regolare, ma le radici sono sensibili e possono bruciarsi se si eccede con i fertilizzanti.

L'uso di un fertilizzante granulare bilanciato nel tempo, come il 16-16-16, secondo le istruzioni riportate sull'etichetta, 2-3 volte all'anno sarà più che sufficiente. In alternativa, è possibile utilizzare anche la farina di soia.

Cura delle piante di kiwi

Potatura

È necessario potare le piante di kiwi almeno una volta all'anno. Il momento migliore per la potatura di una pianta femmina è l'inverno, perché è il momento in cui la pianta è dormiente. Subito dopo la fioritura, è possibile potare le piante maschio. Per quelle autoimpollinanti, è necessario farlo in inverno. Anche in questo caso, è necessario effettuare una piccola potatura in estate.

Per questa operazione utilizzate un paio di forbici affilate e tagliate via i rami morti o in decomposizione. Inoltre, è necessario potare anche le viti che crescono lateralmente e che non sono sostenute dal traliccio.

Pacciamatura

Poiché questa pianta si adatta bene a un terreno umido, è possibile aggiungere uno strato di pacciamatura per evitare che il terreno diventi secco. Per la pacciamatura, utilizzare una miscela di compost o foglie sminuzzate.

Non applicate la pacciamatura intorno alla base della vite, ma tenetela a una distanza di 15 cm dalla base.

Parassiti e malattie

Una cosa notevole del kiwi è che raramente attira parassiti o malattie. Potreste trovare qualche insetto a quattro zampe in agguato, che potrete eliminare rapidamente spruzzando la vite con una soluzione di olio di neem biologico.

Se possedete animali domestici, soprattutto gatti, proteggete la vite, perché un gatto troppo zelante può essere la morte di una nuova pianta.

Svernamento del Kiwi

Anche se i kiwi possono sopportare temperature fino a -15 F (-26 C), sarebbe bene tenerli al riparo dall'inverno per ottenere frutti di buona qualità, soprattutto quando le piante sono giovani. Portateli in casa e avvolgete i gambi con un panno o un pezzo di coperta. Inoltre, assicuratevi che ricevano un po' di luce solare durante il giorno.

Dopo 3-4 anni di svernamento, la pianta sarà abbastanza forte da prendersi cura di sé.

Guarda anche: I gatti possono mangiare il rosmarino? Il rosmarino è tossico per i gatti?

Raccolta e stoccaggio

Se iniziate a coltivare i kiwi dai semi, è probabile che le vostre piante comincino a produrre frutti in circa tre anni. Ci sono alcune varietà che danno frutti molto prima, come la Artico che possono dare frutti dopo una o due stagioni.

Una volta che la vite inizia a fruttificare, può produrre circa 40-50 chili di frutta all'anno. Sarete sorpresi di sapere che i Kiwi possono produrre frutti fino a 45-50 anni!

I frutti sono pronti per essere raccolti quando iniziano ad ammorbidirsi. Assaggiate i frutti per verificare se sono maturi. Potete conservare i frutti per circa cinque settimane in frigorifero.




Eddie Hart
Eddie Hart
Jeremy Cruz è un orticoltore appassionato e un devoto sostenitore della vita sostenibile. Con un amore innato per le piante e una profonda comprensione delle loro diverse esigenze, Jeremy è diventato un esperto nel campo del giardinaggio in container, del giardinaggio indoor e del giardinaggio verticale. Attraverso il suo famoso blog, si sforza di condividere le sue conoscenze e ispirare gli altri ad abbracciare la bellezza della natura entro i confini dei loro spazi urbani.Nato e cresciuto nella giungla di cemento, la passione di Jeremy per il giardinaggio è sbocciata in giovane età mentre cercava conforto e tranquillità coltivando una mini oasi sul balcone del suo appartamento. La sua determinazione a portare il verde nei paesaggi urbani, anche dove lo spazio è limitato, è diventata la forza trainante del suo blog.L'esperienza di Jeremy nel giardinaggio in container gli consente di esplorare tecniche innovative, come il giardinaggio verticale, consentendo alle persone di massimizzare il proprio potenziale di giardinaggio in spazi limitati. Crede che tutti meritino l'opportunità di provare la gioia ei benefici del giardinaggio, indipendentemente dalla loro sistemazione abitativa.Oltre a scrivere, Jeremy è anche un consulente ricercato, che fornisce una guida personalizzata a privati ​​e aziende che desiderano integrare il verde nelle loro case, uffici o spazi pubblici. La sua enfasi sulla sostenibilità e le scelte eco-consapevoli lo rendono una risorsa preziosa nel greeningComunità.Quando non è impegnato a curare il suo lussureggiante giardino interno, Jeremy può essere trovato a esplorare i vivai locali, a partecipare a conferenze sull'orticoltura oa condividere la sua esperienza attraverso workshop e seminari. Attraverso il suo blog, Jeremy mira a ispirare e responsabilizzare gli altri a trascendere i vincoli della vita urbana e creare spazi verdi e vibranti che promuovano il benessere, la serenità e una profonda connessione con la natura.