Come coltivare il jackfruit

Come coltivare il jackfruit
Eddie Hart

Se avete spazio nel vostro giardino, potete facilmente coltivare un albero di jackfruit e godervi i suoi deliziosi frutti! Ecco tutti i dettagli su Come coltivare il jackfruit!

Originario dell'Asia tropicale, il Jackfruit è un frutto oblungo gigante delle dimensioni di un melone che viene coltivato nelle zone tropicali del Sud-Est asiatico. I suoi frutti vengono utilizzati in cucina e consumati crudi e freschi. Continuate a leggere questo articolo per imparare Come coltivare il jackfruit!

Nome botanico: Artocarpus heterophyllus

Zone USDA: 9-11

Consultate il nostro articolo sulla coltivazione del melo da zucchero qui.

Abitudine alla coltivazione

Il jackfruit non tollera il gelo e la siccità, ma è un albero resistente che può sopportare temperature rigide. Un albero maturo può sopportare fino a 118 F di calore e, se acclimatato, circa 32 F di freddo per un breve periodo.

Alcune varietà di jackfruit possono raggiungere i 30 metri, mentre esistono varietà nane come l'oro nero che si limitano a un'altezza di soli 10-20 metri.

L'albero del jackfruit ha una vita lunga più di 100 anni e produce i frutti più grandi del mondo, che pesano tra i 10 e i 110 kg.

Volete conoscere gli alberi da frutto che tollerano la siccità? Cliccate qui.

Perché coltivare un albero di jackfruit?

È un investimento che dura tutta la vita; tutte le parti dell'albero del jack-fruit sono utili. È un bell'albero rustico che ricorda la quercia.

Un singolo albero fornisce una quantità tale di frutti di jack coltivati in casa che non solo voi, ma anche i vostri vicini si annoieranno a mangiarli!

Guarda anche: 3 bellissimi fiori del mese di novembre

Se volete conoscere gli alberi di Chinar, cliccate qui.

Metodi di piantagione

Si può propagare anche dagli steli, ma è un metodo piuttosto difficile, per questo si preferisce la germinazione dei semi. A questo scopo, prelevate i semi grandi dai frutti completamente maturi e sciacquateli in acqua tiepida per rimuovere la polpa appiccicosa. Seminate subito dopo i semi in un piccolo vaso, in modo da poterli trapiantare successivamente nel terreno.

Suggerimento: Il modo migliore per coltivare questo albero è procurarsi una pianta in un vivaio!

Piantare un albero di Jackfruit

Scegliete un grande spazio aperto del vostro giardino che riceva pieno sole, ripulitelo dalle erbacce e scavate una buca. Per garantire un buon drenaggio, mescolate 1/3 di compost, sabbia, perlite e materia organica al terreno del giardino per preparare un terriccio ricco e poroso per la semina.

Trapiantate la vostra pianta più sana nello spazio scavato, innaffiatela e pacciamate tutto intorno.

*Se state piantando una pianta innestata, non coprite il suo germoglio dal terreno, altrimenti marcirà e morirà.

Volete sapere come preparare il compost? Leggete qui i nostri consigli utili.

Irrigazione e concimazione

L'albero del jack-fruit cresce nelle regioni calde e umide dell'Asia, dove le precipitazioni sono frequenti. Ciò significa che è necessario annaffiarlo spesso, poiché preferisce un terreno umido e ben drenato, ma evitare di annaffiare troppo, soprattutto quando la pianta cresce nei primi due anni.

Una volta all'anno, quando inizia la stagione vegetativa (in India avviene all'inizio della stagione delle piogge, in luglio o agosto), spargete adeguatamente intorno alla pianta del compost o del letame agricolo per potenziarla. Nutrite la pianta con un fertilizzante bilanciato a lento rilascio due volte all'anno.

Quando la pianta inizia a fiorire, alimentatela con un fertilizzante 8-3-9 seguendo le istruzioni del produttore per la quantità e il dosaggio.

Parassiti e malattie

I parassiti più comuni che lo attaccano sono la piralide, le mosche della frutta e gli uccelli.

Guarda anche: 13 incredibili usi della cannella in giardino

La piralide colpisce tutte le parti della pianta, ma l'uso di insetticidi biologici è sufficiente a scoraggiarla. D'altra parte, coprire i frutti è una pratica opzione per salvarli dai moscerini della frutta e dagli uccelli.

Cura e consigli per l'albero di Jackfruit

  • Se la coltivazione avviene in un clima fresco, pacciamare abbondantemente l'albero quando la temperatura scende sotto i 35° in inverno per isolare le radici dal freddo.
  • Eseguite potature regolari per mantenere l'altezza dell'albero al di sotto dei 6 metri. Quando supera i 6 metri di altezza, riducete il tronco principale a 8 metri per favorire la crescita di rami densi.
  • L'albero di jackfruit si stabilisce dopo 3-4 anni. Durante questo periodo, se produce fiori, li taglia per favorire la crescita.
  • Una volta al mese rimuovete le erbacce intorno per liberare l'area di crescita, poiché le erbacce drenano le sostanze nutritive essenziali dal terreno sano.
  • Pacciamatelo in estate per conservare l'umidità e impedire la crescita delle erbacce.

Usi del jackfruit

  • Sapete che il jackfruit viene utilizzato anche come verdura? È un sostituto della carne per i vegetariani. In Asia viene chiamato anche carne vegetariana per la sua consistenza, simile a quella del maiale o del pollo.
  • I suoi frutti acerbi vengono utilizzati per preparare appetitose ricette al curry, zuppe, puree e sottaceti.
  • I frutti maturi sono dolci, aromatici e fibrosi e possono essere consumati da soli o utilizzati per la preparazione di sciroppi, dolci, torte e gelati.

Raccolta del Jackfruit

Entro tre-sei anni dalla piantagione, l'albero di jack inizia a fiorire e in due-tre mesi dopo la fioritura, i frutti giovani e acerbi dalla buccia verde sono pronti per essere raccolti come ortaggio.

I frutti maturi sono pronti per essere raccolti dopo quattro-cinque mesi di fioritura, quando emanano un aroma dolce e la loro buccia passa dal verde al giallo. In condizioni autoctone, fruttifica tutto l'anno, ma il picco di raccolta è l'estate.

Benefici del Jackfruit

Ricco di sostanze nutritive, il frutto di jack è ricco di antiossidanti e offre molti benefici per la salute, tra cui:

  • Controlla e migliora i livelli di zucchero nel sangue.
  • Contiene vitamina A e C, che aumentano le difese immunitarie dell'organismo per combattere le infezioni virali.
  • I suoi potenti antiossidanti aiutano a trattare i comuni problemi della pelle.
  • Ricco di fibre, il jackfruit è utile per migliorare la digestione.



Eddie Hart
Eddie Hart
Jeremy Cruz è un orticoltore appassionato e un devoto sostenitore della vita sostenibile. Con un amore innato per le piante e una profonda comprensione delle loro diverse esigenze, Jeremy è diventato un esperto nel campo del giardinaggio in container, del giardinaggio indoor e del giardinaggio verticale. Attraverso il suo famoso blog, si sforza di condividere le sue conoscenze e ispirare gli altri ad abbracciare la bellezza della natura entro i confini dei loro spazi urbani.Nato e cresciuto nella giungla di cemento, la passione di Jeremy per il giardinaggio è sbocciata in giovane età mentre cercava conforto e tranquillità coltivando una mini oasi sul balcone del suo appartamento. La sua determinazione a portare il verde nei paesaggi urbani, anche dove lo spazio è limitato, è diventata la forza trainante del suo blog.L'esperienza di Jeremy nel giardinaggio in container gli consente di esplorare tecniche innovative, come il giardinaggio verticale, consentendo alle persone di massimizzare il proprio potenziale di giardinaggio in spazi limitati. Crede che tutti meritino l'opportunità di provare la gioia ei benefici del giardinaggio, indipendentemente dalla loro sistemazione abitativa.Oltre a scrivere, Jeremy è anche un consulente ricercato, che fornisce una guida personalizzata a privati ​​e aziende che desiderano integrare il verde nelle loro case, uffici o spazi pubblici. La sua enfasi sulla sostenibilità e le scelte eco-consapevoli lo rendono una risorsa preziosa nel greeningComunità.Quando non è impegnato a curare il suo lussureggiante giardino interno, Jeremy può essere trovato a esplorare i vivai locali, a partecipare a conferenze sull'orticoltura oa condividere la sua esperienza attraverso workshop e seminari. Attraverso il suo blog, Jeremy mira a ispirare e responsabilizzare gli altri a trascendere i vincoli della vita urbana e creare spazi verdi e vibranti che promuovano il benessere, la serenità e una profonda connessione con la natura.