Come coltivare il frutto del drago

Come coltivare il frutto del drago
Eddie Hart

Scopri tutto su Come coltivare il frutto del drago in vaso e godetevi un fresco raccolto di questo frutto esotico direttamente a casa vostra per tutta la famiglia!

Guarda anche: Cura e informazioni sull'Anthurium Pallidiflorum

Se amate i frutti gustosi e unici, la nostra guida su Come coltivare il frutto del drago vi aiuterà a coltivarlo facilmente in uno spazio ridotto!

Altri nomi - Indonesia buah naga, Khmer sror kaa neak, Thai kaeo mangkon, Nanettika fruit, Kaktus madu, Long guo, Cereus triangularis, Thanh long, Strawberry Pear, Cactus fruit, Night blooming Cereus, Belle of the Night, Jesus in the Cradle.

Scopri qui i frutti più esotici del mondo

Informazioni sul frutto del drago

Pianta del frutto del drago, Il cactus, noto anche come pitahaya o pitaya, appartiene alla famiglia dei cactus. È un cactus rampicante e ha bisogno di un sostegno per crescere. I fiori sono unici e tra i più grandi al mondo. Le fioriture si aprono solo per una notte ed emanano un invitante profumo fruttato.

Scoprite qui i fiori più aromatici del mondo

Il frutto del drago è un cactus?

Il dragon fruit è un cactus rampicante appartenente alla famiglia delle cactacee ed è noto per il suo colore rosa acceso e il suo sapore dolce.

Da dove viene il frutto del drago?

Se vi state chiedendo Da dove viene il frutto del drago La risposta a questa domanda è: il frutto del drago è originario dell'America centrale e viene coltivato in tutto il sud-est asiatico e nelle zone subtropicali e tropicali di Cina, Israele, Vietnam, Malesia, Thailandia e Nicaragua.

Che sapore ha il frutto del drago?

Con una polpa centrale commestibile sotto la pelle relativamente sottile, la carne del Frutto del drago è leggermente granulosa con molti semi neri. La consistenza è un incrocio tra anguria e kiwi. Il sapore è leggermente dolce, con un profumo floreale.

Frutto del drago Grazie al suo contenuto di antiossidanti e vitamina C, offre anche numerosi benefici per la salute. È uno spuntino perfetto per tutti i giorni, in quanto è povero di calorie.

Trova i migliori frutti blu qui

Propagazione del frutto del drago

serinniti

Quanto tempo ci vuole per far crescere il dragon fruit dai semi? Ecco i passaggi per far crescere il dragon fruit dai semi:

Coltivare il frutto del drago dai semi

  • Aprite il frutto e prelevate i semi neri dalla polpa. Lavate la polpa dai semi, metteteli su un tovagliolo di carta umido e lasciateli per una notte.
  • Riempite un piccolo vaso con un terriccio ben drenante, che potete preparare voi stessi mescolando una parte di torba e una di perlite.
  • Cospargere il seme sulla superficie del terreno e coprirlo con un sottile strato di terreno di coltura.
  • Inumidire abbondantemente il terriccio con uno spruzzatore e coprire il vaso con pellicola di plastica. Mantenere il terriccio umido fino alla germinazione dei semi, che avverrà in circa 15-30 giorni. Assicurarsi che riceva molta luce luminosa e indiretta.

Coltivare il frutto del drago in vaso

Crescita frutto del drago nel contenitore In questo modo è possibile spostare la pianta e svernarla per proteggerla dal gelo. Iniziare la coltivazione della pianta albero del drago in un contenitore profondo 10-12 pollici e continuate a rinvasare ogni anno o quando la pianta sembra essere legata alle radici.

Scoprite qui gli alberi da frutto più tolleranti alla siccità

Tipi di cactus Dragon Fruit

Frutto del drago conta più di dieci specie, ognuna delle quali produce conchiglie e frutti di colore e sapore diversi. Inoltre, esistono diversi tipi ibridi, tra cui 'Tricia' (Hylocereus ocamponis e Hylocereus undatus), 'Edgar's Baby' (Hylocereus stenopterus e Hylocereus guatemalensis)

  • Hylocereus megalanthus: Questo frutto del drago è rara da vedere e produce frutti dalla polpa bianca e dolce all'interno di un guscio giallo e spinoso.
  • Hylocereus guatemalensis: Il frutto del drago Il guscio è rosa con pinne verdastre e la polpa è di colore viola brillante.
  • Hylocereus costaricensis: Il guscio e la polpa del frutto possono avere un aspetto rosa intenso, rosso sangue o rosso intenso.
  • Hylocereus polyrhizus: Questa varietà produce frutti dal guscio verde spinoso e dalla polpa rosso intenso.
  • Hylocereus stenopterus: Questa varietà può produrre frutti di colore arancione, rosso o giallo.

Guarda qui alcune splendide piante dal fogliame viola

Requisiti per la coltivazione del frutto del drago

Posizione

Il frutto del drago è un cactus, quindi ama il calore e il sole. Per una crescita ottimale, scegliete un luogo che riceva almeno 5-6 ore di luce solare diretta e brillante ogni giorno. Ricordate che fiorisce e fruttifica abbondantemente solo se riceve la luce del sole per la maggior parte della giornata.

Suolo

Per coltivare il dragon fruit, optate per un terriccio ben drenante per evitare che soffra del problema del marciume radicale. Se volete ottenere i frutti migliori, utilizzate quattro parti di terriccio da giardino, due parti di sabbia grossolana e una parte di perlite.

Evitate di aggiungere troppa sabbia, perché il terreno di coltura si asciuga troppo rapidamente. I frutti crescono al meglio in un terreno neutro, con un pH compreso tra 6 e 7.

Acqua

Poiché il dragon fruit è un cactus, annaffiatelo moderatamente come fate con le altre piante grasse. Innaffiate solo quando il terriccio si asciuga. Quando vedete che si riempie di frutti, assicuratevi che il terreno di coltura non si asciughi mai completamente.

Supporto

La pianta del dragon fruit è un cactus rampicante e necessita di un sostegno quando diventa matura: forma radici aeree dai rami e si arrampica attraverso qualsiasi struttura vicina.

Durante la coltivazione del dragonfruit, trovate qualcosa che sostenga la pianta: fissate un traliccio robusto o realizzate un pergolato per evitare che cada, soprattutto quando si carica di frutti.

Temperatura

Il frutto del drago non può vivere a temperature basse. L'esposizione a una temperatura inferiore a 32 F (0 C) è fatale. Allo stesso modo, una temperatura superiore a 100 F (38 C) causa difficoltà. Mantenete la pianta a una temperatura superiore a 50 F (10 C) in un clima fresco.

Scopri come coltivare le more in vaso qui

Cura del frutto del drago

Fertilizzante

Fertilizzare frutto del drago Quando la pianta è attiva nel periodo vegetativo, è bene somministrare ogni mese un fertilizzante liquido bilanciato, mentre in inverno si può sospendere la concimazione. Di tanto in tanto si può anche intervenire con letame stagionato o compost.

Guarda anche: 36 piante ornamentali per l'ombra

Potatura

La potatura è necessaria per far aderire questa pianta al traliccio, migliorare la circolazione dell'aria, prevenire le infezioni fungine e mantenere l'altezza.

Potatela annualmente eliminando tutti gli steli troppo cresciuti, marcescenti, sovraffollati e morti, conservando solo quelli più sani e produttivi. Consultate questa guida alla potatura per saperne di più!

Parassiti e malattie

In particolare, non ci sono parassiti che assillano seriamente la pianta, ma bisogna tenere d'occhio gli afidi, che si nutrono dei giovani germogli e dei boccioli dei fiori.

Le malattie fungine e il marciume delle radici o dei frutti sono possibili se la pianta viene annaffiata troppo o esposta a troppa pioggia.

Le bacche di sambuco crescono in Arkansas? Trova qui

Impollinazione del frutto del drago

bielorusso

Molti varietà di frutti del drago sono autoimpollinanti, ma alcune richiedono l'impollinazione incrociata. Se il vostro frutto del drago Non è possibile l'autoimpollinazione, ma è necessario coltivare due o più piante di dragon fruit per l'impollinazione incrociata.

Come fiori di drago sono notturne, la loro impollinazione dipende dalle falene e dai pipistrelli. Per sicurezza, potete anche farlo manualmente di notte con un pennello.

Sai che puoi coltivare l'uva in contenitore? Clicca qui

Raccolta del frutto del drago

  • Nei climi abituali, frutto del drago fruttifica più volte dall'estate all'autunno inoltrato e probabilmente anche in inverno. Dipende dal clima.
  • Se si coltiva in una regione temperata, fruttifica tra l'estate e l'inizio e la metà dell'autunno.
  • Il tuo albero del drago Una volta stabilita, la pianta inizierà a produrre fiori e frutti nel secondo o terzo anno dalla semina.
  • Raccogliere il frutto del drago Il frutto è ovale, lungo da 10 a 15 cm, e si forma da 30 a 50 giorni dopo la fioritura.
  • Il pericarpo di frutto del drago La polpa è ruvida e squamosa e di solito è di colore rosa, ma esistono anche frutti del drago rossi o gialli, a seconda della varietà. La polpa è bianca e contiene semi neri.

Scopri qui i frutti che crescono sulle viti




Eddie Hart
Eddie Hart
Jeremy Cruz è un orticoltore appassionato e un devoto sostenitore della vita sostenibile. Con un amore innato per le piante e una profonda comprensione delle loro diverse esigenze, Jeremy è diventato un esperto nel campo del giardinaggio in container, del giardinaggio indoor e del giardinaggio verticale. Attraverso il suo famoso blog, si sforza di condividere le sue conoscenze e ispirare gli altri ad abbracciare la bellezza della natura entro i confini dei loro spazi urbani.Nato e cresciuto nella giungla di cemento, la passione di Jeremy per il giardinaggio è sbocciata in giovane età mentre cercava conforto e tranquillità coltivando una mini oasi sul balcone del suo appartamento. La sua determinazione a portare il verde nei paesaggi urbani, anche dove lo spazio è limitato, è diventata la forza trainante del suo blog.L'esperienza di Jeremy nel giardinaggio in container gli consente di esplorare tecniche innovative, come il giardinaggio verticale, consentendo alle persone di massimizzare il proprio potenziale di giardinaggio in spazi limitati. Crede che tutti meritino l'opportunità di provare la gioia ei benefici del giardinaggio, indipendentemente dalla loro sistemazione abitativa.Oltre a scrivere, Jeremy è anche un consulente ricercato, che fornisce una guida personalizzata a privati ​​e aziende che desiderano integrare il verde nelle loro case, uffici o spazi pubblici. La sua enfasi sulla sostenibilità e le scelte eco-consapevoli lo rendono una risorsa preziosa nel greeningComunità.Quando non è impegnato a curare il suo lussureggiante giardino interno, Jeremy può essere trovato a esplorare i vivai locali, a partecipare a conferenze sull'orticoltura oa condividere la sua esperienza attraverso workshop e seminari. Attraverso il suo blog, Jeremy mira a ispirare e responsabilizzare gli altri a trascendere i vincoli della vita urbana e creare spazi verdi e vibranti che promuovano il benessere, la serenità e una profonda connessione con la natura.